• Certificato Quota Cedibile INPDAP


    Che cos’è

    Modulo Quota Cedibile INPDAP INPSLa certificazione di quota cedibile dell’INPDAP è un documento che il pensionato pubblico deve richiedere quando vuole ottenere un prestito con cessione del quinto della pensione.

    I prestiti per pensionati con cessione del quinto permettono di ottenere un finanziamento usando come garanzia la propria pensione. In questa tipologia di prestito le rate sono fisse e l’importo della rata mensile non può superare il valore di un quinto della pensione netta mensile.

    Quindi la dichiarazione del “quinto cedibile” è un documento che deve essere richiesto all’INPDAP (o meglio all’INPS Gestione Dipendenti Pubblici visto che dall’1 gennaio 2012 l’INPDAP è stato soppresso ed è confluito nell’INPS) e che contiene l’indicazione del valore massimo della rata del prestito.

    La certificazione di cedibilità del quinto è un documento importante in quanto il rimborso delle rate avviene tramite trattenuta a monte, cioè tramite trattenuta sul cedolino della pensione. Si tratta quindi di un certificato che attesta che quella quota non supera il valore di un quinto (cioè il 20%) della pensione netta che il pensionato riceve ogni mese.

    Richiesta Certificato

    I pensionati pubblici iscritti alla gestione ex INPDAP possono ottenere prestiti a tasso agevolato in due modi: rivolgendosi direttamente all’ente previdenziale, che eroga prestiti con il Fondo Rischi, oppure rivolgersi a una banca o società finanziaria convenzionata con l’INPDAP. Nulla vieta comunque la pensionato di ottenere un prestito con cessione del quinto anche da una banca non convenzionata.

    In caso di richiesta di un piccolo prestito o di un prestito pluriennale all’INPDAP, la richiesta della certificazione può essere fatta presso gli uffici della sede INPS di competenza.

    Nel caso ci si rivolga a una banca o finanziaria convenzionata, la comunicazione della cedibilità della quota viene richiesta all’ente direttamente dalla banca.

    Nel caso si richieda invece un prestito a una banca non convenzionata, bisogna richiedere il modulo all’INPDAP e poi consegnarlo alla banca.

    Calcolo Quota Cedibile

    Siccome come abbiamo detto l’importo della rata fissa mensile non può superare il valore di un quinto della pensione netta del pensionato, per il calcolo della quota cedibile l’importo della pensione va considerato al netto delle trattenute fiscali e previdenziali.

    La quota cedibile è il 20% (cioè 1/5) di questo importo netto della pensione mensile. Siccome non può essere intaccato l’importo della pensione minima stabilita per legge, i trattamenti pensionistici integrati al minimo non possono essere oggetto di cessione del quinto della pensione.

    Facciamo un esempio per spiegare meglio come calcolare la quota cedibile:

    • Pensione lorda: 1.000 euro
    • Ritenute fiscali: 250 euro
    • Pensione netta: 750 euro
    • Quota cedibile (1/5 della pensione netta): 150 euro. In questo caso c’è la salvaguardia della pensione minima, che nel 2015 è pari a 502,39 euro. Infatti la pensione netta su cui viene calcolato il quinto cedibile è pari a 750 euro e quindi superiore a questo valore.

    Modulo Quota Cedibile INPS ex INPDAP

    I moduli possono essere richiesti presso una filiale INPS, oppure scaricati online. Una volta compilato il modulo questo può essere consegnato a mano oppure inviati in modalità telematica on line. Di seguito riportiamo il link per scaricare la modulistica:

    Modulo AP107: Comunicazione di quota cedibile
    AP107_RichQuotCed.pdf (87 kb)

    Ricordiamo che per i pensionati INPDAP sul modulo va selezionata la voce “Gestione Dipendenti Pubblici”.