• Piccoli Prestiti Enam Inpdap per Insegnanti e Docenti


    Piccoli Prestiti ENAM INPDAP Gestione MagistraleLa tipologia dei Piccoli Prestiti Inpdap Gestione Magistrale sono dedicati agli iscritti all’ex ENAM.

    L’ENAM, Ente Nazionale di Assistenza Magistrale, nato nel 1947, era stato soppresso dal Governo Berlusconi e a partire dal 31 luglio 2010 tutte le sue funzioni erano passate all’INPDAP. Dal 1 gennaio 2012, con la soppressione anche dell’INPDAP, la competenza è passata all’INPS.

    I prestiti ENAM sono stati gestiti prima dall’INPDAP e ora dall’INPS e sono rivolti a docenti e insegnati delle scuole primarie (cioè le scuole elementari) e alle maestre delle scuole dell’infanzia (cioè la scuola materna).

    Visto il passaggio di competenze dall’ENAL all’INPDAP e poi all’INPS, l’ente ha mantenuto invariati sia i criteri che le modalità di erogazione dei prestiti, in modo da agevolare il subentro gestionale limitando i disservizi per gli utenti.

    Caratteristiche Piccoli Prestiti ex Enam

    Vediamo meglio le caratteristiche del Piccolo Prestito Inpdap Enam Gestione Magistrale.

    Durata: massimo due anni

    Rate: il prestito va rimborsato in un massimo di 24 rate mensili

    Importo: l’importo di denaro richiesto a prestito non può superare il valore di due mensilità dello stipendio del richiedente.

    Tasso di interesse: il tasso annuo è pari all’1,5%

    Altre spese: sull’importo del prestito viene applicata una ritenuta dell’1% dell’importo lordo del prestito per le spese di amministrazione e per il fondo di garanzia.

    Destinatari: il prestito è rivolto agli iscritti alla gestione ex Enam, cioè a maestri, insegnanti e direttori didattici delle scuole elementari e delle scuole materne statali che siano in attività da almeno due anni e a cui non manchino meno di due anni alla pensione.

    Tipo di prestito: si tratta di un prestito finalizzato per finanziare una delle seguenti motivazioni:

    • matrimonio proprio o di uno dei propri figli
    • per pagare le cure in caso malattie gravi proprie o dei propri familiari
    • acquisto della casa di abitazione
    • spese di manutenzione straordinaria della casa di abitazione
    • mutuo in corso per l’acquisto dell’unica casa di proprietà
    • cure odontoiatriche (dentista) proprie o dei familiari a carico
    • cambio di residenza
    • acquisto auto
    • frequenza universitaria: per pagare le tasse dell’Università ai figli o a se stessi
    • eventi straordinari come ad esempio furto, incendio, incidente grave, separazione legale dal coniuge
    • nascita di un figlio o adozione di un figlio
    • morte di uno dei familiari

    Come richiedere il prestito: il prestito può essere richiesto esclusivamente online, inviando tutti i moduli e i documenti necessari.

    Modulistica e documentazione: al seguente link è possibile scaricare la guida in pdf “Sistema informativo Inpdap. Credito: C1 – prestazioni creditizie. Piccoli prestiti web agli ex-Enam” con tutti i dettagli e le informazioni necessarie per richiedere questi piccoli prestiti gestione magistrale.

    Calcolo e simulazione del prestito: sempre sul sito è possibile una volta inseriti i propri dati effettuare una simulazione del prestito, dell’importo delle rate da rimborsare e del tasso di interesse. Per maggiori informazioni sui Piccoli Prestiti Inpdap ex Enam,consultare questa pagina sul sito dell’INPS.