• INPDAP Home Care Premium 2015


    Cos’è?

    INPS ex INPDAP Home Care Premium 2015Il progetto Home Care Premium (abbreviato HCP) promosso dall’INPS Gestione ex INPDAP è un servizio di assistenza domiciliare per le persone disabili e non autosufficienti, riservato ai dipendenti e pensionati pubblici che abbiano bisogno di assistenza per i loro coniugi conviventi o per i loro familiari di primo grado non autosufficienti.

    La Gestione Dipendenti Pubblici ex-INPDAP dell’INPS eroga prestazioni sociali in favore dei dipendenti e pensionati pubblici e dei loro familiari non autosufficienti, in particolar modo le persone anziane.

    L’Home Care Premium è in sostanza un contributo premio che deve essere utilizzato per la cura a domicilio (o presso strutture residenziali) delle persone non autosufficienti.

    Bando Home Care Premium 2014 – 2015

    In data 29 gennaio 2015 l’INPS ex INPDAP ha pubblicato l’avviso pubblico relativo al “Progetto Home Care Premium assistenza domiciliare (dal 1 marzo 2015 al 30 novembre 2015)”. Il progetto Home Care Premium 2014 ha quindi una durata di nove mesi: dal 1 marzo 2015 al 30 novembre 2015. Il bando per presentare la richiesta è aperto dal 2 al 27 febbraio 2015.

    Beneficiari

    Possono beneficiare degli interventi di assistenza domiciliare:

    • dipendenti pubblici iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e/o alla gestione magistrale
    • pensionati pubblici utenti della gestione dipendenti pubblici
    • coniuge convivente (moglie o marito) dell’iscritto alla Gestione INPS ex-INPDAP
    • familiari di primo grado (padre, madre, figlio, figlia) dell’iscritto alla Gestione INPS ex-INPDAP
    • bambini e ragazzi minorenni orfani di dipendenti iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e/o alla gestione magistrale e o di pensionati della gestione dipendenti pubblici. I nipoti minori sono equiparati ai figli qualora siano conviventi e a carico del titolare del diritto.

    Per poter beneficiare della prestazione assistenziale, di beneficiari devono risiedere in un ambito territoriale di competenza (ATS) convenzionato. Vedi punto successivo.

    Ambiti Territoriali Sociali Convenzionati

    Per il progetto Home Care Premium 2014 l’INPS ex INPDAP si avvale di un partner, l’ATS (Ambito Territoriale Sociale).

    Può beneficiare del Progetto HCP solo chi risiede presso gli ambiti territoriali sociali convenzionati. L’elenco degli ambiti accreditati per la realizzazione del progetto HCP 2014 in tutte le regioni d’Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto) è consultabile qui.

    Contributo Assistenziale

    L’INPS ex INPDAP eroga le seguenti prestazioni tramite il progetto Home Care Premium:

    • contributo economico mensile in favore del beneficiario, riferito al rapporto di lavoro con l’assistente familiare (prestazione prevalente)
    • contributo economico in favore dell’ATS per le attività gestionali a cura del beneficiario
    •  contributo economico in favore dell’ATS per la fornitura di prestazioni integrative a supporto del percorso assistenziale del beneficiario (prestazioni integrative). Le prestazioni integrative sono ad esempio servizi domiciliari forniti da operatori socio sanitari (OSS) ed educatori professionali, spese per servizi e strutture extra domiciliari (esempio centri diurni per anziani o centri di aggregazione giovanile), interventi di sollievo domiciliare, servizi di trasporto o trasferimento dell’assistito, pasti, installazione di supporti e ausili particolari (es. domotica, apparecchi per udito, poltrone elettriche, veicoli per invalidi, ecc.), percorsi di integrazione scolastica.

    Per quanto riguarda la Prestazione Prevalente, l’importo del contributo può variar, a seconda del valore ISEE del nucleo familiare, dai 200 euro ai 1.200 euro mensili. Ecco la tabella di riferimento: Home Care Premium INPS ex INPDAP contributo prevalente
    Per le Prestazioni Integrative l’ATS, a supporto percorso assistenziale, può erogare alcune prestazioni integrative tramite servizi professionali domiciliari ed extra domiciliar o supporti e servizi assistenziali e accessori. In questo caso il contributo viene fornito previa rendicontazione delle spese sostenute, ed è comunque proporzionale ai valori ISEE. Vedi tabella: INPS ex INPDAP Home Care Premium contributo prestazione integrativa

    Domanda

    La domanda può essere effettuata online nell’apposita Area Riservata ex-INPDAP.

    Una volta loggati, andare nella sezione “Servizi Gestione Dipendenti Pubblici” e scegliere la voce “Per area tematica”, quindi “Attività sociali” e poi “Assistenza Domiciliare – Domanda”, dove sono presenti tutte le linee guida per presentare la richiesta di assistenza domiciliare.

    La domanda per l’anno 2014 può essere presentata dal 2 al 27 febbraio 2015.

    Nella domanda sono presenti tre figure differenti:

    • Titolare del diritto: è il dipendente o pensionato pubblico iscritto alla Gestione Dipendenti Pubblici ex-INPDAP
    • Beneficiario: è la persona a cui sono destinati gli interventi assistenziali
    • Richiedente la prestazione: è la persona che presenta la domanda All’atto della domanda va presentata anche la Dichiarazione Unica Sostitutiva per l’acquisizione della certificazione ISEE Sociosanitario riferita al nucleo familiare a cui appartiene beneficiario. Questa attestazione serve per poter calcolare l’importo del contributo mensile.

    Tempistiche

    Dalla data di assegnazione della pratica di assistenza, l’ATS ha 15 giorni di tempo per contattare il beneficiario e pianificare la “presa in carico”.

    Successivamente si procederà all’identificazione del “case manager”, cioè l’assistente sociale (iscritto all’Ordine Regionale degli Assistenti Sociali) che valuterà il bisogno di assistenza del richiedente.

    L’assistente sociale ha 30 giorni di tempo per fare visita al richiedente e valutare il programma assistenziale.

    Nel valutare il grado di autosufficienza e le inabilità, il case manager valuterà la capacità di mobilità domestica, il grado di autosufficienza nell’igiene personale, nel lavarsi e vestirsi in autonomia, la capacità di prepararsi i pasti e alimentarsi autonomamente, se il richiedente è in grado di effettuare da solo le pulizie domestiche, se ha bisogno di assistenza notturna, se è in grado di usare il telefono o di spostarsi durante la giornata per l’acquisto di beni di prima necessità e se è in grado di usare il denaro a sua disposizione. Al termine della valutazione il case manager stabilisce il programma socio assistenziale familiare.

    Documentazione

    Il regolamento, il bando e tutta la documentazione e modulistica necessaria sono disponibili sul sito della Gestione Dipendenti Pubblici qui.


    Per maggiori informazioni è possibile chiamare in numero verde INPS ex INPDAP 803.164 (gratis da telefono fisso) o il numero a pagamento 06 164164 (solo da cellulare), oppure recarsi presso la propria sede territoriale ex-INPDAP.